Un calendario di incontri con gli attori della filiera ed esercenti commerciali per ottimizzare interventi, costi e risultati sulla somministrazione di bibite e alimenti

Un calendario di incontri con gli attori della filiera ed esercenti commerciali per ottimizzare interventi, costi e risultati sulla somministrazione di bibite e alimenti

Il consigliere comunale Salvatore Cumia ha presentato una mozione sulla somministrazione di bibite e alimenti da parte degli esercizi commerciali durante il periodo estivo e questa viene indirizzata al presidente del consiglio comunale, Giovanni Di Dio, al sindaco Fabio Accardi e all’assessore al ramo, Andrea Tambè. Questo il corpo della mozione dove primo firmatario è il consigliere di minoranza dell’Udc, Salvatore Cumia.

Oggetto: mozione.
Proposta di deliberazione per il Consiglio Comunale
-Premesso che le attività ricettive e di somministrazione di bibite, alimenti e similari, nella stagione estiva rappresentano una fonte di reddito considerevole per il nostro Comune e di sopravvivenza per numerose attività, che in tale stagione realizzano la gran parte del fatturato annuale;
– Che un sostanzioso apporto all’economia del nostro paese dipende ancora in parte, dalle rimesse dei nostri concittadini emigrati, che ancora, nonostante tutto, in parte scelgono di trascorrere alcuni giorni di vacanza nel proprio paese di origine;
– Che tali esercizi, specie nel centro storico e nelle principali piazze del paese, sono fondamentali per mantenere vivo, decoroso e controllato, l’ambiente, l’arredo urbano e la fruibilità di molte piazze e strade, offrendo alla cittadinanza un servizio pubblico efficace, efficiente ed insostituibile;
-Considerato che i nostri esercizi commerciali con l’affitto del suolo pubblico e con altri tributi contribuiscono all’entrate delle casse comunali;
-Visto l’approssimarsi e l’immediatezza della stagione estiva;
-Ritenuto che il successo di una stagione dipende, soprattutto dalla capacità di pianificare in anticipo le iniziative e gli interventi più opportuni da mettere in atto;
– Che i migliori risultati si ottengono solo se si ha la giusta partecipazione e concertazione tra tutti gli operatori ed attori della filiera (esercenti, associazioni);
– Che compito dell’amministrazione debba essere soprattutto quello di coordinamento e di patrocinio delle iniziative proposte da un Comitato composto dagli stessi esercenti;
– Che l’Assessore al Ramo, ha già dimostrato eccellenti capacità organizzative, competenza ed idee innovative di rilancio del settore;
Impegna
L’Assessore al ramo, e l’amministrazione comunale tutta a predisporre con la massima celerità un calendario di incontri con gli attori della filiera e gli esercenti, finalizzato ad acquisire proposte, idee ed iniziative;
A coordinare la creazione di gruppi di lavoro finalizzati, previa concertazione con gli esercenti, alla predisposizione ed al coordinamento fattivo di un programma di azioni e di iniziative, finalizzato ad ottimizzare interventi, costi e risultati.

Previous Incontro pubblico organizzato dall' assessore Tambè per programmare l'estate barrese
Next “U sciuri di Maju” nelle tradizioni popolari siciliane